Calcola Valore U – Definizione + Tabella Per Finestre/Porte E Pareti

Calcola Valore U – Definizione + Tabella Per Finestre/Porte E Pareti

La Germania è nella febbre del crepuscolo. Lo stato sta dando incentivi maestosi per rendere appetibile la ristrutturazione termica delle loro case ai proprietari di case. Tuttavia, molte persone che vogliono isolare vogliono superare il segno: ci sono limiti fisici all’isolamento termico di facciate e tetti. Questi non possono essere superati, non importa quanto materiale isolante. Ecco perché è essenziale una conoscenza precisa del valore U. In questo testo imparerai tutto ciò che devi sapere sul calcolo dei materiali isolanti per la tua casa.

Qual è il valore U?

Il valore U è il “coefficiente di scambio termico”. È il reciproco di “Lambda” – la conducibilità termica. Entrambi sono valori che si applicano in modo specifico a un materiale molto specifico. In parole povere, si possono assumere i seguenti valori limite:

  • Tutto ciò che ha un valore lambda compreso tra 0,004 e 0,07 W/(m²K) è considerato “materiale isolante”.
  • Tutto ciò che ha un valore lambda compreso tra 0,1 e 2,3 W/(m²K) è considerato un “materiale da costruzione”.
gradiente di temperatura

Vuoi saperne di più sull’isolamento delle pareti interne? Qui puoi trovare tutte le informazioni importanti:   Isolamento delle pareti interne

Il valore R può essere determinato prima dalla lambda e dallo spessore del componente, nonché dalla direzione del flusso di calore. Il valore R è la “resistenza termica”. Viene calcolato dividendo lo spessore del materiale da costruzione o del materiale isolante per il valore lambda determinato fisicamente e tecnicamente. La formula per il valore R è di conseguenza:

  • R = d / λ (lambda)
  • L’unità per R è di conseguenza [m²K/W]

U è ora puramente matematicamente parlando il valore reciproco di R. Non indica la resistenza termica, ma fornisce un’indicazione di quanto bene un componente conduca il calore. Il valore è anche chiamato “valore di scambio termico” o “valore di isolamento”. La sua unità di misura è W/(m²K). W sta per “Watt” e denota energia irradiata. m² significa metro quadrato e si riferisce all’area illuminata. K è un’unità di temperatura, qui Kelvin. L’unità di misura Kelvin è stata scelta per la sua precisione superiore a Celsius.

Ciò che suona così terribilmente complicato è in realtà molto facile da usare: minore è il potere di trasferimento del calore, migliori sono le proprietà isolanti del materiale e viceversa.

Esempio:

Un mattone pieno ha un potere di scambio termico di ca. 1,5 W/(m²K). Ciò corrisponde a un foglio di schiuma dura in polistirene di circa due centimetri.

Calcolare il valore di isolamento

Prima di tutto: non è possibile calcolare da soli il valore di isolamento di un materiale o di un componente utilizzando i rimedi casalinghi. Devi fare affidamento sulle informazioni del produttore su questo punto. Tuttavia, poiché i produttori di materiali da costruzione devono fornire certificati per i loro prodotti e per i metodi di prova utilizzati, le informazioni sulla confezione sono abbastanza credibili.

L’inserimento alquanto complicato nel calcolo del valore di isolamento diventa più chiaro se si tiene conto del flusso di calore. Questo fa parte del calcolo di un ETICS. Il valore R associato è assunto come segue:

La direzione in cui scorre il flusso di calore

  • verso l’alto: 0,10 (m²K/W)
  • orizzontale: 0,13 (m²K/W)
  • verso il basso: 0,17 (m²K/W)

Inoltre, si assume un valore Rse di 0,04 (m²K/W).

Ma quello che puoi fare è trovare il materiale isolante giusto per la tua applicazione sulla base delle informazioni fornite dal produttore. La formula per il calcolo di un sistema composito di isolamento termico è:

U = (Rsi + Rse + 1 / λ1 + 1 / λ2 + 1 / λ3…) ^ – 1

Ora devi solo conoscere lo spessore e i valori caratteristici dei singoli componenti prima di poter calcolare il valore U.

esempio

Un edificio con un muro esterno ha la seguente struttura:

  • Interno: intonaco calce-cemento normale di spessore 1,5 cm e λ di 0,7
  • Parete esterna portante: mattone forato di spessore 37,5 cm e λ di 0,25
  • Esterno: intonaco isolante additivato con polistirene di spessore 3 cm e λ di 0,13

La parete, quindi, ha una resistenza termica totale di
R tot = 0,13 (Rsi) + 0,04 (Rse) + 0,015m/0,7 + 0,375m/0,25 + 0,03m/0,13 = 1,92 m²K/W

Il reciproco di questo dà  U = 0,52 W/(m²K)

Anche se il calcolo può essere un po’ difficile, questa formula rende molto chiara una cosa: molto non aiuta molto. È inutile posare metri di materiale isolante su una parete. L’effetto isolante tende a zero dopo una breve distanza. Indipendentemente dalla quantità di isolamento aggiuntivo aggiunto, non viene risparmiato un singolo watt aggiuntivo di energia.

Conseguenze se non si calcola il valore U

Il calcolo esatto del valore U ha un altro grande vantaggio: impedisce che il punto di rugiada venga spostato nella parete a causa di un’errata combinazione di materiali isolanti. Ciò avrebbe conseguenze fatali: l’isolamento diventerebbe permanentemente umido. Questo non solo riduce l’intero effetto isolante. Favorisce inoltre la formazione di muffe, sia in facciata che in appartamento.

utilizzare correttamente la calcolatrice

Sebbene anche i calcolatori online non facciano altro che applicare la formula denominata, anche l’utilizzo di questi strumenti ha i suoi vantaggi. Devi solo inserire “Calcolatore del valore U” in un motore di ricerca e riceverai numerosi suggerimenti. Nel calcolatore vengono forniti solo lo spessore e il valore caratteristico del materiale e si ottiene un risultato corretto. Se ami una sfida, puoi facilmente programmare tu stesso una calcolatrice del genere con l’aiuto di un foglio di calcolo Excel. È importante solo ottenere i valori lambda corretti. Nella tabella sottostante abbiamo raccolto per voi i materiali da costruzione e isolanti più comuni.

λ – valori in (W/mk)
intonaco Intonaco di gesso senza supplemento 0,35Intonaco di gesso di calce 0,70 – 0,87Intonaco di cemento 1,4Intonaco minerale leggero 0,31
parete portante Calcestruzzo normale secondo DIN 1045 2.1Calcestruzzo alleggerito secondo DIN 4219, 80 kg/m³ 0,390 – 1,60Parete esterna in muratura leggera 0,160 – 0,27Muratura in mattoni forati 0,330 – 0,45Muratura in mattoni pieni 0,5 – 0,81Klinker resistente alle intemperie 0,68 – 0,96 Muratura in mattoni pieni in arenaria calcarea 0,7 – 1,1 Muratura in calcestruzzo cellulare 0,24 – 0,29
materiali isolanti Styrofoam e Styrodur 0,025 – 0,04 Lana di vetro o lana di roccia 0,035 – 0,045

Porte e finestre punto debole

Le aperture in una facciata sono ovviamente sempre una sfida in termini di isolamento. Interrompono l’ETICS e sono quindi sempre un potenziale punto in cui il costoso calore può fuoriuscire all’esterno. Tuttavia, sono state fatte molte ricerche su questi elementi costruttivi, in modo che porte e finestre a volte possano superare l’effetto isolante delle facciate.

A differenza dei materiali isolanti e da costruzione, il valore U è solitamente indicato per finestre e porte.

Vedere la tabella seguente per i valori tipici di finestre e infissi oggi disponibili:

  • Vetro isolante, doppio, intercapedine 24 mm, riempimento argon:  1,1 W/(m²K)
  • Vetro isolante, doppio, intercapedine 36 mm, riempimento argon:  0,7 W/(m²K)
  • Vetro isolante, triplo, intercapedine 44 mm, riempimento argon:  0,6 W/(m²K)
  • Vetro isolante, triplo, intercapedine 36 mm, riempimento argon:  0,5 W/(m²K)

Qui puoi vedere che una buona finestra nell’esempio sopra non provoca alcuna interruzione della superficie isolante. Il valore U del muro e della finestra è lo stesso. Ciò impedisce anche in modo affidabile la formazione di punti di rugiada. Tuttavia, il valore U di 0,5 W/(m²×K) indicato nella tabella è attualmente il massimo di ciò che è tecnicamente fattibile per una finestra. Per fare un confronto: una finestra a vetro singolo ha un valore U di un incredibile 5,5 W/(m²×K). Dal punto di vista termico, un valore così scarso non fa quasi alcuna differenza sia che si tenga il finestrino aperto che chiuso.

telaio

I telai delle finestre sono ora progettati per adattarsi alla finestra. Anche i serramenti in alluminio hanno un interessante valore U grazie a un sofisticato sistema di camere cave. Le finestre in plastica hanno un buon rapporto qualità-prezzo. tuttavia, dovrebbero essere di alta qualità. Le finestre economiche si deformano facilmente. Se la finestra rimane sempre un po’ aperta lateralmente, il miglior valore del tavolo non serve. Il calore sfugge inevitabilmente all’esterno.

Puoi sempre controllare il nostro sito Web per ulteriori contenuti: blog

porta d’ingresso

Le porte d’ingresso dovrebbero chiudere in modo sicuro un edificio sulla strada. Ecco perché le porte d’ingresso sono generalmente abbastanza grandi, pesanti e solide. Da un punto di vista termico, l’uso elevato del metallo non è l’ideale. Ma ci sono sicuramente produttori che sono riusciti a coniugare solidità, sicurezza e isolamento nella porta d’ingresso. Il leader è attualmente un prodotto di Steinhagen: una porta d’ingresso con un valore U di 0,45 e un valore di resistenza aggiuntivo contro il furto di RC4. Questa è la seconda migliore classifica ed è superata solo dalle porte in acciaio.

Usa calcolatrici e fogli di calcolo in modo intelligente

Puoi vedere: vale comunque la pena usare una calcolatrice e una tabella. Con l’istinto da detective e la voglia di risparmiare, puoi ottenere molto durante la pianificazione di un nuovo edificio o di una ristrutturazione a basso consumo energetico. Perché devi essere chiaro su una cosa: un isolamento buono e sostenibile ottiene molto di più dell’uso di una tecnologia di riscaldamento costosa e complicata.