Guida All’intonacatura Di Interni: Tipologie, Struttura E Costo

Guida All’intonacatura Di Interni: Tipologie, Struttura E Costo

L’intonaco per interni è la base per numerosi lavori all’interno, che vanno dall’utilizzo come base di rivestimento alla struttura decorativa. L’intonaco interno viene utilizzato principalmente per rendere abitabile l’interno. Le numerose specie hanno un effetto isolante, regolatore dell’umidità e proteggono dai carichi meccanici e chimici. I tipi, la struttura e il costo sono importanti quando si applica l’intonaco per interni.

Quando si costruiscono case, si ristrutturano interni o si costruisce un nuovo seminterrato, gli intonaci per interni sono tra i rivestimenti più importanti. Agiscono efficacemente contro gli effetti del tempo, dell’umidità, del rumore e, a seconda della tipologia, possono avere una funzione decorativa. L’applicazione dell’intonaco all’interno richiede una buona pianificazione per applicare il tipo giusto. Allo stesso modo, senza informazioni sufficienti, può verificarsi rapidamente una carenza o un eccesso di materiale, che può aumentare di conseguenza i costi e arrestare il flusso di lavoro. Ecco perché una guida all’intonacatura degli interni è importante quando hai bisogno di intonacare per un progetto. Questo, oltre ai tipi e alla struttura, vengono presentati esempi di costi estesi.

Costruzione intonaco interno

La base per un intonaco interno efficace è la struttura. Solo con una corretta costruzione è possibile utilizzare l’intonaco per un periodo più lungo senza difetti o altre brutte sorprese. Mentre i diversi tipi di intonaco per interni determinano la qualità e le ulteriori opzioni di lavorazione, la struttura corretta ne consente l’utilizzo in primo luogo. Nella costruzione vengono utilizzati diversi strati, che vengono applicati alla parete o al soffitto a diverse altezze. Questi sono nominati:

  • Nascosto
  • Finitura

Come suggeriscono i nomi, si tratta di livelli che vengono applicati l’uno all’altro. L’intonaco superiore e inferiore trasforma l’interno in uno strato isolante e resistente agli agenti atmosferici che nasconde la parete adiacente. L’intonaco non è a vista e viene applicato con uno spessore da uno a dieci centimetri, a seconda del progetto. Lo spessore dello strato dipende molto dal tipo di parete che è. Per una parete esterna, ad esempio, è più consigliato un intonaco a scomparsa più spesso che per una stanza direttamente adiacente a un vano scala. In media, negli edifici residenziali vengono utilizzati strati nascosti da uno a tre centimetri. È importante che questo sia applicato in modo professionale e completo, altrimenti i seguenti problemi minacciano:

  • desquamazione
  • Formazione di crepe
  • cattivo isolamento
  • scarsa opacità
  • L’intonaco di finitura non può essere applicato correttamente

Poiché l’intonaco di finitura non è così spesso, di solito è molto meno necessario. Lo spessore tipico dello strato per l’intonaco di finitura è compreso tra 0,3 centimetri e un centimetro. Lo spessore totale dell’intonaco interno è specificato nelle seguenti norme:

  • DIN 18550-2
  • DIN EN 998-1

Poiché gli interni non sono stanze molto utilizzate, l’intonaco viene mantenuto sottile. In questo caso sono sufficienti gli spessori dell’intonaco compresi tra 0,3 centimetri (intonaco di finitura applicato in modo sottile) e due centimetri (sistema completo di intonaco), che corrisponde agli standard. Un intonaco più spesso di almeno due centimetri è necessario solo per ristrutturazioni di base, poiché spesso l’intonaco nascosto viene rimosso completamente in questo caso. Lo spessore dello strato è importante perché ti fa risparmiare costi in eccesso che spesso possono insorgere con i sistemi a intonaco. Come già accennato in precedenza, il top coat viene applicato alla base coat. L’installazione a scomparsa ha inoltre le seguenti proprietà:

  • riempie dossi come piccoli fori o crepe
  • consente una superficie uniforme per l’intonaco di finitura
  • Il top coat aderisce meglio alla base coat

L’intonaco di finitura, invece, funge da strato di intonaco utilizzabile all’interno, che può essere liscio o strutturato. Consente la tappezzeria e la pittura, poiché lo strato superiore ha una trama diversa rispetto allo strato inferiore. Ecco la più grande differenza tra i due strati. L’intonacatura deve creare una compensazione della tensione. A causa di cause climatiche nel muro, può espandersi e contrarsi, il che richiede un intonaco elastico. Per questo motivo l’intonaco a scomparsa è più morbido ed elastico dell’intonaco di finitura. Mentre l’intonaco a scomparsa bilancia le tensioni e isola l’interno, l’intonaco solido protegge l’intonaco a scomparsa. È qui che entrano in gioco i materiali utilizzati, che al tempo stesso determinano le tipologie di intonaco per interni. L’intonaco superiore e inferiore non sono mescolati con gli stessi materiali. Maggiori informazioni su questo di seguito.

  • Finitura e occultamento
  • solo da incasso
  • esclusivamente intonaco di finitura

La ragione di ciò sono i vari usi possibili. Se, ad esempio, viene intonacato un ambiente che non si trova su una parete esterna, un intonaco di finitura può essere sufficiente senza problemi. Se non sei sicuro della struttura desiderata, dovresti contattare uno specialista. Possono valutare la situazione e fornirti informazioni più dettagliate sulla struttura appropriata. Ad esempio, è necessaria una struttura diversa per una nuova costruzione rispetto a una casa da ristrutturare con vecchie murature. Anche il tipo di locale deve essere rispettato, poiché gli ambienti umidi, ad esempio, richiedono altri sistemi.

Suggerimento: se si desidera applicare l’intonaco decorativo su una parete già intonacata, è necessario rimuovere prima l’intonaco di finitura, altrimenti sarebbe difficile da tenere. L’intonaco decorativo è uno strato speciale nella struttura che viene applicato solo sottilmente per implementare accenti o disegni creativi.

Nota il sottosuolo

In caso di utilizzo di intonaci per interni è necessario preparare preventivamente il supporto. All’interno vi attende un’ampia varietà di murature con diverse proprietà. Questi includono:

  • mattone
  • Calcestruzzo o calcestruzzo aerato
  • Ytong
  • Mattone sabbia-calcare
  • Pannelli OSB
  • cartongesso

Tutti questi tessuti possono essere intonacati, solo alcune preparazioni devono essere fatte. Se vuoi semplicemente applicare l’intonaco in questo modo, la miscela verrà risucchiata dal muro o “bruciata”. Ciò porta a un cattivo risultato, che influisce sulla funzione dell’intonaco. È anche un problema tipico che l’intonaco non aderisca perché la muratura è troppo liscia. Per questo motivo, con materiali porosi o molto assorbenti, è necessario utilizzare una cosiddetta barriera antifiamma. Se invece la superficie è troppo liscia, sono necessari dei ponti adesivi. L’intonaco può quindi essere applicato su questo. Se non sei sicuro delle condizioni della muratura, rivolgiti anche a un professionista. Ciò rende la pianificazione molto più semplice.

Intonaco per interni: tipi

Uno dei passaggi più importanti nell’implementazione del sistema di intonacatura interna è la scelta del tipo. L’intonaco per interni è offerto in diversi materiali che determinano le proprietà del sistema di intonaco. Come spiegato sopra, vengono utilizzati diversi tipi per l’intonaco a scomparsa e superiore, che si completano a vicenda. Non dovresti mai usare un tipo di intonaco per entrambi gli strati, altrimenti risulterà instabilità, che danneggerà la muratura o l’interno. Le sezioni seguenti ti introducono ai tipi tipici di intonaco per interni. I costi per il metro quadrato si riferiscono a uno spessore dello strato di dieci millimetri.

Gesso

L’intonaco di gesso è il classico intonaco di finitura che viene utilizzato per gli interni. Pareti e soffitti possono essere rivestiti con intonaco interno di alta qualità. L’intonaco di gesso può essere utilizzato in modo decorativo, funge da efficace protezione antincendio e rilascia persino l’umidità in caso di incendio. La specie regola in modo eccellente l’umidità, è traspirante e crea così un buon clima interno. Non deve essere utilizzato in ambienti umidi. L’intonaco di gesso viene spesso utilizzato per la sua lavorazione senza problemi ed è una variante strutturalmente ed ecologicamente innocua.

Costi: 0,40 – 1,50 euro al m²

Intonaco gesso-calce

L’intonaco gesso-calce combina le proprietà del gesso e della calce e viene utilizzato come mano di fondo. Può essere applicato alle seguenti murature:

  • mattone
  • Mattone sabbia-calcare
  • Pietra naturale
  • calcestruzzo
  • Calcestruzzo aerato

È anche innocuo e bilancia in modo eccellente la tensione nel muro. L’efficace diffusione del vapore e le proprietà di regolazione del clima sono ideali per gli interni. Oltre a un intonaco di finitura, può anche essere combinato bene con uno stucco.

Costi: da 1 a 2 euro al m²

Intonaco di calce

Gli intonaci di calce riducono la formazione di muffe grazie alla loro alcalinità e l’umidità in eccesso nell’aria viene efficacemente rimossa dalla stanza. L’intonaco minerale di finitura può essere liscio o grossolano ed è quindi spesso utilizzato a scopo decorativo. In termini di costi, un livello di alta qualità può essere estremamente costoso. Garantiscono un clima ambientale estremamente piacevole e sono facilmente diffondibili. A seconda della tipologia, gli intonaci a calce sono anche resistenti agli urti se si tratta di prodotti moderni. Altrimenti, sono progettati per un uso da leggero a moderato.

Costi: da 0,6 a 30 euro al m² (fortemente dipendente dal livello di qualità)

Suggerimento: il tadelakt del Marocco è una forma speciale di intonaco a calce, un intonaco idrorepellente e molto lucido, adatto per ambienti umidi particolarmente pregiati. Tadelakt è uno dei sistemi di intonaco per interni più costosi con un prezzo al metro quadro di facilmente 100 euro, poiché è molto difficile da applicare, che richiede uno specialista.

Intonaco calce-cemento

Una base e una finitura a base di calce e cemento, che ha proprietà impermeabili all’interno. È uno dei classici intonaci impermeabili all’umidità che ha un grande effetto anche se applicato in uno strato sottile. Le proprietà robuste sono ideali per un’installazione nascosta, soprattutto se la muratura è fredda o piena di spifferi. Allo stesso tempo, troppa umidità viene assorbita bene. Anche i carichi più pesanti possono essere sopportati senza problemi.

Costi: circa 4,5 euro al m²

Intonaco termoisolante

L’intonaco termoisolante è ideale quando la muratura all’interno è particolarmente fredda. Sono ignifughi o non combustibili (DIN 4102) e sono dotati di numerosi additivi che supportano questa proprietà. La variante da incasso può essere utilizzata principalmente per murature non a norma EnEV (Ordinanza Risparmio Energetico). Vanno segnalati i seguenti possibili utilizzi:

  • Case passive
  • Case a basso consumo energetico
  • Soffitte
  • rinnovamento energetico
  • ristrutturazione termica
  • Miglioramento delle proprietà di isolamento generale

Sono facilmente estensibili, elastici, resistenti a strappi e movimenti e completamente idrorepellenti.

Costi: da 4,5 a 6 euro al m²

Intonaco in resina sintetica

Una delle varianti più costose è l’intonaco di resina sintetica, che non è costituito da sostanze minerali. Si tratta di intonaci in dispersione ottenuti da dispersioni polimeriche e miscelati con i seguenti additivi:

  • Emulsione di resina siliconica
  • Bicchiere da acqua di potassio
  • Resine (disciolte)

Sembrano intonaci convenzionali ma vengono utilizzati esclusivamente per intonaci di finitura e decorativi. Preconfezionati, sono disponibili in numerosi colori e strutture, il che è ciò che li rende così costosi. Aderiscono bene all’intonaco minerale, hanno un’altissima resistenza e sono anche resistenti agli urti. ETICS (sistemi compositi di isolamento termico) e colmare le crepe sono possibili anche attraverso l’uso di intonaci in resina sintetica.

Costi: da 20 euro al m²

Intonaco di argilla

Secondo il suo nome, l’intonaco di argilla è mescolato con argilla e un gran numero di altri additivi:

  • bella terra
  • sabbia
  • Argilla in polvere
  • Sabbia di marmo
  • Amido vegetale
  • cellulosa
  • Pigmenti di colore
  • Fibre vegetali

Inoltre, sono dotati di una varietà di cosiddette sostanze ad effetto che forniscono colori o grani. Come mano di finitura, è molto difficile da lavorare, ma sembra elegante e accattivante. Sembrano molto naturali e hanno buone proprietà per qualsiasi interno. L’intonaco di argilla non brucia, è aperto alla diffusione, insonorizzante ed efficacemente isolante. L’umidità è regolata e anche le polveri sottili e gli allergeni vengono filtrati dall’aria. Sono proprio queste proprietà che rendono l’intonaco così popolare. Questi sono altrettanto adatti per i vecchi edifici. Quando si costruisce un intonaco di argilla, è importante utilizzare una protezione dei bordi professionale, poiché è un tipo solubile in acqua.

Puoi controllare più contenuti nella nostra categoria “interni”

Costi: da 6 a 40 euro al m² (fortemente dipendente dalla qualità e dal design)

Costi per ristrutturazione intonaco interno

Naturalmente, oltre alla struttura e alle tipologie, non vanno trascurati i costi di intonacatura interna. Poiché i sistemi di intonaco per interni vengono applicati bagnati, è possibile ordinare rapidamente troppo materiale, il che ha un impatto negativo sul budget. I singoli punti di costo per il progetto devono quindi essere calcolati con precisione per limitare le perdite. I seguenti punti sorgono quando si calcola il sistema di intonaco interno:

  • Materiale per il sistema di intonacatura interna
  • Dimensioni della parete o del soffitto
  • qualità
  • La trama delle pareti
  • Il nuovo o il vecchio edificio
  • Tempo di lavoro e fatica

Non sorprenderti se il tuo sistema di pulizia desiderato provoca costi significativamente più elevati di quanto immaginassi. Ciò è dovuto alle singole posizioni, che possono essere molto diverse. Si ipotizza una media di 8 euro al metro quadro a 50 euro al metro quadro, per cui il livello di qualità può aumentare i prezzi. Esistono i seguenti livelli di qualità adatti a diverse applicazioni:

  • Q1: massima qualità, verniciabile, superficie liscia
  • Q2: adatto per la pittura, è possibile utilizzare sfondi leggeri
  • Q3: è possibile utilizzare sfondi normali, superficie opaca
  • Q4: più ruvido, adatto per piastrelle

I livelli di qualità da Q2 a Q4 sono utilizzati nella maggior parte delle case private. Solo gli intonaci di finitura sono designati con questo livello di qualità, poiché l’intonaco di base non ha la stessa funzione. Se vuoi un intonaco Q1, devi fare i conti con circa il 150-300 percento in più di costi per l’intonaco di finitura. Con gli altri livelli di qualità la differenza di prezzo è contenuta. Puoi assumere circa il 15-50 percento di questi. L’aumento del prezzo è causato dall’elevato sforzo perché le aziende devono investire molto più tempo e lavorare nel progetto (a seconda del livello di qualità). Le differenze di costo tra edifici nuovi e vecchi, invece, sono da considerare come segue:

  • Vecchio edificio con incasso: da 8 a 15 euro al metro quadro
  • Edifici nuovi o vecchi senza installazione sottotraccia: da 20 a 50 euro al metro quadro

Queste informazioni si basano su valori empirici, poiché ogni azienda ha costi leggermente diversi. I prezzi per gli intonaci interni sono generalmente espressi in euro al metro quadrato. Poiché lo spessore dello strato all’interno non è così spesso come per l’intonaco esterno, i metri quadrati sono completamente sufficienti per la determinazione. Per calcolare i metri quadrati dell’area da intonacare, sono ora necessarie le seguenti misure:

  • Lunghezza della parete o del soffitto in m
  • Altezza della parete o larghezza del soffitto in m

Questi valori sono inseriti nella seguente formula

(Lunghezza della parete o del soffitto in m) x (altezza della parete o larghezza del soffitto m) = superficie da intonacare in m²

Le aree delle singole pareti e soffitti vengono quindi sommate. Anche le aree di finestre, porte e altre aperture vengono calcolate e sottratte dal totale. Poiché questi non sono intonacati, non è necessario procurarsi alcun materiale aggiuntivo e il tempo di lavoro si riduce di conseguenza. In base all’area da intonacare, al livello qualitativo, alla tipologia e al carico di lavoro, i costi necessari possono essere determinati abbastanza bene.

Esempio di calcolo

Per darvi una panoramica dei costi, di seguito è riportato un esempio di un locale con 40 mq di superficie muraria da intonacare. Sono  stati scelti un  intonaco di base gesso-calce e un intonaco superiore in gesso , che sono tra le varianti di intonaco interno economiche. Di seguito è riportato l’esempio di costo:

  • Nascosto: da 700 a 750 euro
  • Intonaco di finitura: da 350 a 400 euro
  • Copertura del terreno: da 180 a 200 euro
  • Costi totali: da 1.230 a 1.350 euro
  • Costi al m²: da 30,75 a 33,75 euro

Questi prezzi includono già i costi per l’operazione, ad esempio stipendi e viaggi. Allo stesso modo la preparazione del sottosuolo. Poiché gli intonaci di gesso richiedono poco sforzo, in questo caso i costi sono contenuti. Puoi creare tu stesso la fattura in base ai costi del materiale e ai costi dell’operazione. Pertanto, informarsi in anticipo su tariffe orarie, stipendi o tariffe forfettarie per determinare da soli il prezzo approssimativo compensandolo con i costi del materiale. Gli aumenti di prezzo in funzione delle singole tipologie di intonaco sono riconoscibili dai soli costi del materiale, come sopra elencati. Se desideri un  intonaco per interni Q1  come esempio, i costi potrebbero essere i seguenti:

  • Nascosto: da 700 a 750 euro
  • Intonaco di finitura: da 1.000 a 1.250 euro
  • Copertura del terreno: da 180 a 200 euro
  • Costi totali: da 1.880 a 2.200 euro
  • Costi al m²: da 47 a 55 euro

Come puoi vedere, un intonaco di finitura di alta qualità costa quasi il doppio. Se si sceglie un’installazione nascosta più costosa, l’intonacatura può comportare costi enormi anche in stanze piccole. Quando si rinnova la finitura, invece, si paga molto meno perché quella vecchia viene rimossa e sostituita. Questo potrebbe apparire così se le pareti sono tappezzate e un  intonaco di finitura Q3  :

  • Intonaco di finitura: da 350 a 400 euro
  • Rimuovi carta da parati: da 250 a 300 euro
  • Copertura del terreno: da 180 a 200 euro
  • Costi totali: da 780 a 900 euro
  • Costi al m²: da 19,5 a 21 euro

Il costo dell’intonacatura di un soffitto viene calcolato allo stesso modo. Per una stanza con 40 metri quadrati di parete e 20 metri quadrati di soffitto, questi vengono compensati con i costi totali. La bolletta però non aumenta il costo della copertura del pavimento, che rimane sempre la stessa. L’ultimo esempio riguarda l’intonacatura delle  pareti e del soffitto con intonaco interno  :

  • Nascosto: da 1.050 a 1.125 euro
  • Intonaco di finitura: da 1.500 a 1.875 euro
  • Copertura del terreno: da 180 a 200 euro
  • Costi totali: da 2.730 a 3.200 euro
  • Costi al m²: da 45,5 a 53,5 euro

Nella determinazione dei costi è importante una corretta pianificazione, inclusa la registrazione del tipo di muro e dei primer necessari per l’intonaco. Per un nuovo edificio, il costo dell’intero intonaco interno è di circa il tre percento. I costi variano notevolmente da regione a regione e da azienda ad azienda. Per questo motivo, i confronti sono essenziali prima di ordinare l’intonaco per interni.

È possibile un contributo personale?

A questo punto una delle domande più importanti sull’intonacatura di interni: si possono risparmiare sui costi intonacandosi da soli? La risposta a questo deve essere no. L’intonacatura è un progetto difficile in cui molto può andare storto. Nell’intonacatura moderna vengono utilizzati dispositivi speciali per l’intonacatura a spruzzo o a macchina, che forniscono risultati significativamente più precisi rispetto ai sistemi intonacati a mano. Sebbene i costi totali siano notevolmente inferiori grazie al tuo contributo, il risultato è solo scarso. Per questo motivo, devi lasciare il lavoro ad aziende professionali in modo da non dover pagare un extra per eliminare alla fine i difetti.

Consiglio: Se si vogliono fare piccole riparazioni all’intonaco di finitura, questo non è un problema e può essere eseguito da te senza problemi, perché in questo caso hai bisogno solo di una piccola spatola e dell’apposito intonaco di finitura. L’intonacatura indipendente è possibile anche utilizzando un intonaco finito, poiché non richiede macchine speciali per un buon risultato.