Incollaggio Del Passacavi: Istruzioni Fai Da Te | Fissare Senza Forare

Incollaggio Del Passacavi: Istruzioni Fai Da Te | Fissare Senza Forare

Che si tratti della successiva realizzazione di linee, di una facile ispezione degli impianti o di frequenti cambi, ci sono molte ragioni per utilizzare una canalina portacavi. Tuttavia, non è sempre possibile o desiderato avvitarlo al sottosuolo. Spieghiamo come incollare la canalina in modo rapido, semplice e permanente.

È difficile immaginare la moderna tecnologia edilizia senza una canalina per cavi. Riepiloga le installazioni e allo stesso tempo consente un facile accesso per modifiche o riparazioni. Soprattutto se non vengono utilizzati supporti speciali per i percorsi dei cavi, spesso non è possibile utilizzare un collegamento a vite rimovibile permanente e senza danni. L’incollaggio di canaline portacavi permette invece di essere montate a rivestimento senza dover intervenire nella sottostruttura. Come si può incollare la canalina passacavi per artigiani hobbisti e quali adesivi sono utili, spieghiamo qui con l’ausilio di spiegazioni pittoriche ed esempi facilmente comprensibili.

Puoi sempre controllare il nostro sito Web per ulteriori contenuti: blog

Le condizioni

La pratica più nota e diffusa, soprattutto nell’ambito dei progetti industriali o commerciali, è l’avvitamento di canaline portacavi sulla sottostruttura portante, cioè mensole o parete. Lo sfondo è l’uso per lo più intensivo di cavi, che in totale rappresenta un peso elevato. Nell’edilizia residenziale privata, invece, può essere sufficiente incollare semplicemente la canalina per cavi al sottosuolo. Il grande vantaggio sta nel fatto che l’elemento portante non viene penetrato e se la canalina viene spostata o rimossa, solo la superficie deve essere riparata in minima parte. Inoltre, l’incollaggio della canalina portacavi è molto più rapido ed economico, rispetto a quanto sarebbe il caso dei lunghi collegamenti a vite con tutte le fasi di lavoro necessarie dalla marcatura, foratura e infilatura dei tasselli fino al montaggio finale. Per poter incollare una canalina per cavi,

  • Dimensionamento sufficiente della canalina per cavi per un rapporto uniforme tra custodia e quindi superficie adesiva rispetto al peso del cavo incluso
  • Nessun sovraffollamento del canale, in quanto le superfici adesive verranno sovraccaricate
  • Supporto portante adatto all’adesivo selezionato
  • Sistema adesivo che si armonizza con il materiale della canalina e del sottofondo
  • corretta applicazione dell’adesivo con preparazione delle superfici di adesione

Substrati comuni

Dovrebbe essere ovvio che puoi incollare una canalina per cavi solo se il supporto è in grado di accoglierla. Ma cosa significa in realtà? Vale la pena dare una rapida occhiata ai diversi requisiti posti sul componente sotto il condotto:

1. Capacità di carico statico

Naturalmente, la parete a cui è fissata la passerella deve essere in grado di sostenere il peso della canalina compresi tutti i cavi. Idealmente, ci sono anche alcune riserve, in modo da poter aggiungere linee aggiuntive senza sostituire o rinforzare. Questo è raramente un problema con pareti solide. In caso di pareti divisorie leggere, invece, una canalina per cavi ampiamente utilizzata può portare facilmente a sovraccaricare il pannello in cartongesso che accoglie la canalina in alcuni punti e deformare o rompere o addirittura strappare il profilo di supporto.

2. Idoneità all’incollaggio

Oltre alla capacità portante statica della sottostruttura, la superficie, solitamente la superficie della parete, deve essere idonea all’incollaggio. A seconda delle condizioni della superficie, possono essere determinanti criteri diversi:

  • Pareti tappezzate:  l’adesione della carta da parati alla parete deve essere in grado di assorbire e trasferire il peso del canale
  • Per lastre in cartongesso ecc.:  il peso del condotto non deve superare l’integrità della lastra stessa, altrimenti le zone incollate si staccano dal composito di gesso
  • Altre superfici, come legno, pietra, cemento, ecc.:  La qualità della superficie deve consentire all’adesivo di formare un forte legame, cioè non deve carteggiare eccessivamente, assorbire eccessivamente o reagire chimicamente con i solventi nell’adesivo

Adesivi adatti

Per garantire che le canaline per cavi rimangano salde e, soprattutto, in posizione permanente anche senza avvitamento, l’adesivo come elemento di collegamento tra il supporto e la parete è di fondamentale importanza. Questi requisiti sono posti sull’adesivo:

  • Compatibilità con materiali esistenti sul sottosuolo e canalina
  • Idoneità per finiture superficiali di pareti e canali esistenti
  • Prestazioni costanti senza segni di affaticamento sotto stress costante

Nota: Una certa flessibilità dell’adesivo non è assolutamente necessaria, ma molto utile in caso di lavori di revisione o modifica. Se indurisce friabile e completamente inflessibile, anche piccoli movimenti della canalina, come l’apertura del coperchio, possono causare ponti e crepe nell’adesivo e, di conseguenza, una capacità portante dell’incollaggio notevolmente ridotta.

Il catalogo dei requisiti sopra menzionato mostra che oggi vengono utilizzati due tipi di adesivo per l’incollaggio di canaline portacavi:

1. Nastro biadesivo  : facile da lavorare e aderisce bene anche alle superfici lisce (canale per cavi sul retro), può essere caricato immediatamente e senza tempi di reazione ed è permanentemente flessibile per adattarsi ai movimenti

2. Adesivo di montaggio  – altamente resiliente, flessibile, aderisce anche su superfici lisce, ma con un tempo di asciugatura o pressatura a seconda del prodotto

Suggerimento: più spesso è il nastro adesivo, più facilmente può livellare le irregolarità in quasi tutte le superfici. I cosiddetti nastri adesivi in ​​schiuma, il cui materiale di supporto è costituito da un materiale simile alla schiuma con uno spessore fino a diversi millimetri, sono quindi particolarmente adatti!

Non sono invece adatti altri adesivi, che si trovano spesso nel settore del fai da te:

  • “Pattex” – adesivo universale monocomponente: non sufficientemente portante, non compatibile con diversi substrati, indurisce fragile
  • Adesivi minerali, es. adesivo per piastrelle, malta adesiva per blocchi in calcestruzzo cellulare, ecc.: induriscono friabili, nessuna adesione su superfici lisce, tempo di presa molto lungo, in singoli casi la plastica della canalina può essere aggredita dall’acido silicico prodotto nel processo di impostazione

Passacavi a colla

Ora che è chiaro su quali supporti può essere incollata una canalina per cavi e quali adesivi vengono solitamente utilizzati per questo per la loro idoneità, la costruzione vera e propria è rapida e semplice in pochi passaggi:

preparazione del substrato

  • Rimuovere sporco, polvere e grasso dalla superficie adesiva del condotto, ad es. con solvente, in alternativa acqua e sapone neutro
  • Rimuovere lo sporco e la polvere dal sottosuolo, ad es. superficie della parete, ecc.
  • Segnare sulla parete la posizione pianificata del condotto per facilitarne il posizionamento

Nota: Se si utilizza benzina o solvente per pulire la canalina, è essenziale garantire la compatibilità con la plastica della canalina. Il materiale non deve essere danneggiato immediatamente se non è adatto. Tuttavia, l’adesione dell’adesivo può essere modificata a lungo termine da cambiamenti nella composizione.

Nastro biadesivo

  • Scegli il nastro adesivo più spesso possibile per livellare eventuali irregolarità nel sottosuolo
  • Staccare la pellicola protettiva su un lato e applicare del nastro adesivo sul retro della canalina
  • Rimuovere la pellicola protettiva solo pezzo per pezzo mentre la si incolla, allo stesso tempo premere il nastro adesivo successivamente sulla superficie, riducendo così il rischio di pieghe e adesione inclinata
  • Staccare la seconda pellicola protettiva
  • Allineare il canale in base alla marcatura e premere brevemente e con decisione
  • Verificare la capacità di carico prima di inserire i cavi

Quando si usa l’adesivo di montaggio

  • Preparare la cartuccia di adesivo per l’uso secondo le istruzioni del produttore (avvitare la cannula, rimuovere il dispositivo di sicurezza, agitarla o capovolgerla se necessario)
  • Applicare un cordone di adesivo sul retro del canale secondo le specifiche del produttore
  • Se è necessario il tempo di appassimento, attendere il periodo di tempo specificato
  • Allineare il condotto con la marcatura e premere contro il muro
  • Rispettare i tempi di pressatura richiesti secondo le specifiche del produttore
  • Se ci sono tempi di stagionatura aggiuntivi, attendere fino alla capacità di carico finale
  • Testare la capacità di carico prima di caricare con i cavi

Passacavi con nastro applicato in fabbrica

Un caso speciale sono le canaline che sono già state dotate di nastro biadesivo sul retro dal produttore. La costruzione qui è ancora più semplice, poiché la pellicola protettiva viene semplicemente rimossa e il condotto viene premuto sulla parete. Tuttavia, qui vengono solitamente utilizzati nastri adesivi molto sottili. La sua forza adesiva è sufficiente, ma un nastro adesivo troppo sottile non può compensare le irregolarità di ogni parete, anche in minima parte. Il risultato è un legame non continuo. Più intense sono le irregolarità, più velocemente le zone effettivamente incollate si riducono ad un livello che non è più in grado di sostenere il condotto compreso il riempimento del cavo.