Istruzioni: Posare Correttamente Il Tappeto Di Pietra E Suggerimenti Per La Pulizia

Istruzioni: Posare Correttamente Il Tappeto Di Pietra E Suggerimenti Per La Pulizia

I tappeti in pietra sono la soluzione ideale per molte aree problematiche del pavimento. Ma anche se vuoi solo che abbia un aspetto di classe, un tappeto di pietra è sempre la scelta perfetta e durevole. È ancora più facile posare un tappeto in pietra rispetto a un pavimento piastrellato o in pietra naturale. Guarda tu stesso, proprio qui nella guida.

Sempre più spesso vedi un tappeto di pietra presso gli amici o nel negozio di ferramenta. Nasce subito il desiderio di avere anche un pavimento così naturale e allo stesso tempo elegante. Se più fai-da-te sapessero quanto è facile lanciare un tappeto di pietra, le scorte nei negozi di ferramenta sarebbero probabilmente già state saccheggiate. Nelle nostre istruzioni passo passo, ti guideremo nella posa del tappeto in pietra e poi ti mostreremo come il nuovo pavimento può rimanere bello a lungo con la giusta pulizia.

Puoi sempre controllare il nostro sito Web per ulteriori contenuti: blog

materiali e preparazione

Quello di cui hai bisogno:

  • secchio
  • secchio da muratore
  • Ruhrquirl
  • trapano
  • cazzuola
  • Lampada luminosa
  • tavola da staccare
  • livello
  • guanti
  • occhiali protettivi
  • possibilmente paradenti
  • primer epossidico
  • resina epossidica
  • sabbia di quarzo
  • impasto di pietra
  • possibilmente strisce di alluminio
  • ringhiere
  • modello

Tappeto di pietra per molti scopi

I pavimenti in pietra per colata non sono disponibili solo in diversi tipi di pietra, ma anche in numerosi colori e persino modelli. Anche le diverse grane contribuiscono all’aspetto vivace e naturale. Puoi versare tu stesso un pavimento in pietra di ciottoli o quarzo su quasi tutte le superfici. Il fattore più importante è sempre il legante selezionato, che consiste in resina epossidica per la maggior parte dei fornitori.

Che si tratti di massetto, cemento, vecchie piastrelle o persino asfalto in mastice, i tappeti in pietra si combinano con quasi tutto con il giusto pretrattamento. Una solida base in plastica resiliente può essere rivestita anche con un pavimento in pietra. Alcuni produttori offrono persino tappeti in pietra sotto i quali è possibile posare il riscaldamento a pavimento. Questo è particolarmente ideale per i tappeti in pietra nei bagni e nelle aree benessere. C’è però da dire che questo tipo di pavimento in pietra non è freddo ai piedi come, ad esempio, un pavimento piastrellato.

Posare la moquette in pietra – rivestimento del pavimento non poroso

Un tappeto di pietra viene spesso definito un rivestimento per pavimenti a pori aperti. Tuttavia, ciò non è del tutto corretto, perché le pietre arrotondate realizzate con diversi materiali naturali sono tenute insieme da un legante che non è affatto a pori aperti. Il più delle volte è resina epossidica, che in seguito tiene insieme le pietre in modo solido come una roccia, ma rimane essa stessa quasi invisibile.

Suggerimento: la resina epossidica non è resistente alla luce e le versioni trasparenti diventeranno presto gialle se esposte al sole. Ecco perché si dovrebbero utilizzare resine di posa PU invece di epossidiche quando si posa all’aperto o in una zona particolarmente soleggiata. Tuttavia, in questo caso dovresti usare anche la versione a due componenti del raccoglitore, poiché è più robusta.

Questo è anche l’unico punto di critica che gli utenti potrebbero avere. Il poliuretano o la resina epossidica possono causare irritazioni cutanee e reazioni allergiche in alcune persone. È quindi particolarmente importante proteggersi durante questo lavoro. Segnaliamo quindi espressamente qui nelle istruzioni le varie opzioni di protezione, in modo che in seguito vi ricordiate solo la semplice posa del pavimento in pietra. Dovresti indossare occhiali protettivi, almeno durante la miscelazione, in modo che schizzi di questa massa non possano entrare nei tuoi occhi. Chiunque soffra di malattie respiratorie o allergie dovrebbe inalare il meno possibile. Si consiglia quindi almeno un paradenti. In ogni caso, dovresti indossare guanti di gomma speciali durante tutto il lavoro per proteggere le mani dalla resina.

  • proteggere le mani
  • Proteggi gli occhi dagli schizzi
  • Indossare una mascherina e ventilare bene

Istruzioni: tappeto di ghiaia

1. Primer

Più un supporto è assorbente, migliore deve essere il primer che viene applicato sotto un tappeto di ciottoli di marmo. In caso contrario, la resina contenuta nel legante del tappeto lapideo verrà assorbita dal sottosuolo. Quindi il nuovo pavimento non può formare un legame adeguato. I ciottoli si staccheranno presto e rotoleranno per la stanza. Se usi un legante in resina epossidica, che di solito è il caso di questi tappeti in pietra, dovresti anche usare un primer epossidico appropriato.

Suggerimento: la maggior parte dei produttori di tappeti in pietra offre l’intera gamma di materiali necessari. Se possibile, utilizzare anche il primer appropriato se il produttore lo ha nella sua gamma. In questo modo i singoli prodotti non si respingono e formano un legame sicuro e duraturo.

Dovresti cospargere un po’ di sabbia fine di quarzo nel primer ancora umido. Ciò garantisce in seguito un collegamento ancora migliore tra i due livelli e impedisce la fuoriuscita della massa di pietra. Non utilizzare prodotti epossidici monocomponenti, poiché evaporano di più. Inoltre, molti di questi prodotti non saranno più consentiti all’interno dell’UE a partire dal 2016.

2. Miscela

Per questi prodotti, leggere molto attentamente le istruzioni del rispettivo produttore. È molto importante per avere successo mescolare il legante bicomponente insieme esattamente nella giusta quantità e quindi aggiungere esattamente la giusta quantità di ghiaia o quarzo. Mescolare accuratamente la miscela del tappeto di pietra. Ma verifica anche tu stesso se la quantità di resina è davvero sufficiente.

A seconda che si utilizzi ghiaia, quarzo o ghiaia di marmo, potrebbe essere necessario aumentare la quantità di resina. Nel caso di ciottoli di materiali diversi, viene solitamente aggiunto il sette percento di resina epossidica, mentre il quarzo spesso richiede almeno l’otto percento. Tuttavia, alcuni tipi di marmo assorbono parzialmente la resina e gli esperti consigliano quindi di aggiungere il dieci percento di resina epossidica a questi materiali.

Puoi scoprire tutto ciò che devi sapere sul rivestimento in resina epossidica e sui costi che dovrai sostenere qui:   rivestimento in resina epossidica

3. Sfuso

La maggior parte dei produttori consiglia uno spessore di circa sei millimetri per un pavimento in pietra. Se vuoi uno strato più spesso, devi anche considerare un tempo di stagionatura molto più lungo. Dovresti avere una potente lampada al neon pronta e continuare a controllare per assicurarti che il pavimento sia piatto mentre scuoti il ​​tappeto. Usando la livella, trascina la lamella sul pavimento e livella tutte le aree che sono ancora irregolari con un’ulteriore cucchiaiata di miscela di pietre.

3.1. Lavorare i modelli nel tappeto di pietra

A differenza di un pavimento piastrellato, è molto facile incorporare bellissimi motivi e aggiunte decorative in un pavimento in pietra fusa. O disponi tu stesso un modello con le guide in alluminio appropriate o usi modelli prefabbricati realizzati con le stesse guide in alluminio. Questi hanno piccoli piedini di montaggio che puoi inchiodare o incollare a terra. Una volta che il pavimento è stato versato successivamente, le rotaie non possono più scivolare comunque, quindi spesso è sufficiente incollare le rotaie. Le rotaie possono anche essere piegate in archi più piccoli, consentendo anche un intricato monogramma sul pavimento dell’ingresso.

Suggerimento: i modelli prefabbricati realizzati con binari in alluminio si trovano spesso in qualsiasi negozio di ferramenta. Tuttavia, questo comporta anche il pericolo di una certa monotonia. Ad esempio, c’è una grande stella davvero bella quasi ovunque che sta bene in un ingresso. Ma quando ogni vicino ha la stessa stella sul pavimento, le cose diventano un po’ noiose.

A causa dei diversi colori, che possono essere differenziati tra loro con i binari sul pavimento, il pavimento in pietra si presenta in seguito come un vero pavimento in terrazzo. Tuttavia, è molte volte più costoso del tappeto di ciottoli. L’unico limite alla varietà di modelli è la tua immaginazione, che può anche essere accesa utilizzando modelli pre-lavorati. Ci sono anche produttori che realizzeranno il logo della tua azienda come modello per il rivestimento in pietra. A tale scopo, le parti in plastica vengono solitamente fresate a misura, in cui viene poi versata la miscela di ciottoli e legante.

Suggerimento: con alcuni produttori puoi persino ottenere decori già incollati su un tappetino. Questi vengono poi disposti durante la posa del pavimento in pietra e riempiti con il colore contrastante tutt’intorno. Questo è sicuramente il modo più rapido e semplice per lavorare un bel motivo nel rivestimento in pietra. Puoi anche decorare e combinare il tuo tappeto di pietra con stuoie di piastrelle o pietre di vetro.

3.2. Posare il pavimento in pietra sulle scale

I rivestimenti in pietra per le scale sono l’ideale. Ci sono anche bordi in alluminio corrispondenti e binari angolari in alluminio che impediscono al rivestimento del pavimento di scivolare. I binari sono appena visibili in seguito, ma garantiscono una perfetta protezione dei bordi. Il rivestimento in pietra per colata è la soluzione perfetta, soprattutto su vecchie scale in cemento o scale piastrellate. A causa della bassa altezza di costruzione, le dimensioni delle scale e l’altezza dei gradini non vengono modificate in modo significativo e le scale rimangono sicure e facili da salire.

Consiglio: non puoi fare a meno delle ringhiere se vuoi coprire le scale con un pavimento in pietra. I tappeti in pietra sono molto sensibili ai bordi e alle transizioni e le singole pietre possono staccarsi, che saranno presto seguite da altre.

Puoi usare gli stessi binari che usi per il tappeto di pietra sulle scale per creare un controsoffitto abbinato dalla miscela di pietra in cucina. Ciò significa che archi e semicerchi perfettamente curvi possono essere utilizzati anche come piani di lavoro. Esistono miscele e leganti speciali per l’industria alimentare che dovresti usare anche per un piano di lavoro.

4. Stagione di essiccazione

È possibile eseguire un’ulteriore sigillatura dei pori con un altro strato di resina epossidica trasparente. Ma questo dovrebbe essere fatto solo dopo la stagione secca. Tieni presente che questo tipo di vernice trasparente renderà anche il pavimento un po’ più liscio. Ma in stanze umide, o se vuoi posare il pavimento in pietra epossidica in una cabina doccia, dovresti assolutamente usare questo sigillo dei pori per sigillare completamente il pavimento.

Con i pavimenti in resina epossidica, il tempo di asciugatura non è lo stesso del tempo di stagionatura. Nella maggior parte dei casi si può camminare di nuovo in superficie dopo ben 24 ore, ma un tale pavimento in pietra si indurisce veramente solo dopo circa sette giorni. Tuttavia, dopo due giorni puoi mettere mobili più leggeri nella stanza. Tuttavia, dovresti aspettare con la prima pulizia fino al termine del tempo di indurimento completo.

cura e pulizia

Innanzitutto, è importante che il detergente sia privo di solventi in modo che il legante tra i sassi non si sciolga. La maggior parte dei detergenti delicati per PVC o plastica sono adatti per pulire il tappeto di pietra. È importante ricordare, tuttavia, che questo non deve essere pulito durante i primi sette giorni dopo l’installazione.

I detergenti speciali per moquette in pietra spesso contengono oli essenziali per mantenere il buon odore del pavimento. Se usi un tale detergente, dovresti metterne solo una piccola quantità in acqua tiepida. In questo modo gli oli essenziali sono sufficientemente diluiti in modo da non avere effetti nocivi sul legante nel tappeto di pietra.

1. Umido e caldo

Un normale detergente per pavimenti a base di sapone neutro è la giusta soluzione per il pavimento in pietra epossidica. Trascorso il tempo di indurimento, il pavimento tollera un po’ d’acqua e può quindi essere completamente allagato. Tuttavia, non dovresti versare l’acqua bollente sul pavimento in pietra, perché alla fine la resina epossidica è sempre una plastica che può sciogliersi un po’ se trattata troppo calda.

2. Risciacquo e asciugatura

A differenza di altri pavimenti, dovresti comunque rimuovere i residui di sapone da un pavimento in pietra con acqua pulita. Con un mocio o uno degli altri comuni tergipavimento, la pulizia è facile e veloce. Dovresti anche asciugare un po ‘il pavimento per evitare depositi di calcare sul bellissimo pavimento in pietra dopo la pulizia. I panni in microfibra o i vecchi asciugamani sono adatti per questo. Il pavimento non deve essere completamente asciutto dopo la pulizia, va bandito solo il rischio di calcare.

Suggerimenti per i lettori veloci

  • adescamento del substrato
  • Mescolare la miscela di pietra con resina epossidica
  • Stendere la miscela di pietra sul pavimento
  • livello con un personale e livella
  • Inserisci motivo o decoro con binari in alluminio
  • Fornire sempre scale con binari angolari e perimetrali
  • eventualmente applicare un top coat per chiudere i pori
  • Prestare molta attenzione ai tempi di essiccazione e stagionatura
  • Pulisci solo dopo sette giorni
  • utilizzare detergenti delicati
  • Acqua non troppo calda per la pulizia
  • risciacquare con acqua pulita
  • Asciugare leggermente il pavimento per evitare il calcare