Rimuovere Rapidamente I Residui Di Adesivo – Da Plastica, Metallo E Altri

Rimuovere Rapidamente I Residui Di Adesivo – Da Plastica, Metallo E Altri

I residui di adesivo a volte sono semplicemente brutti, a volte devono andare in modo da poter completare con successo una riparazione. Nell’articolo scoprirai come funziona più velocemente.

“Metà della nostra vita” è incollata e tutto ciò che “si stacca” deve essere ricollegato. Di solito, i residui di adesivo devono essere rimossi prima affinché funzioni bene… Ecco una panoramica di come svolgere questo noioso compito il più rapidamente possibile:

Adesivo lavabile

La normale colla per la casa è priva di solventi e lavabile, ad esempio la “colla UHU stic stick senza solventi”, uno stick da 40 g da girare o la “colla multiuso UHU senza solvente”.

Queste e le altre colle senza solventi (colla glitter, colla colorata per spalmabili e colla per foto, per esempio) possono incollare carta, cartone, tessuti e polistirolo. Questi sono permanenti ma lavabili.

Stick di colla senza solvente

Se si può presumere che sia stato utilizzato un tale adesivo, è abbastanza facile, perché questi adesivi possono essere risolti meravigliosamente facilmente:

Se le macchie si depositano sulla pelle o sui vestiti quando le appiccichi, puoi lavarle via immediatamente con acqua tiepida. Se l’adesivo si è già asciugato, può essere rimosso mediante lavaggio in lavatrice a 40 o 60 °C, abbastanza normalmente con l’aggiunta di detersivo. Funziona in modo simile con residui di adesivo su assi della cucina, piatti, ecc.: lavare normalmente in lavastoviglie.

Diventa più difficile se la colla è caduta su materiale non lavabile e/o se si desidera liberare da soli il pezzo incollato dai residui di colla o dall’intera colla. Ma ci sono anche alcuni trucchi di cui puoi leggere nell’articolo “Rimuovere la supercolla da vestiti e pelle”.

Per inciso, questi adesivi sono anche piacevolmente atossici, ecco un esempio di scheda di sicurezza che afferma principalmente ciò che non deve essere osservato o non è necessario perché il prodotto non è sufficientemente tossico per le avvertenze che appartengono al punto corrispondente .

Consigli sul solvente corretto

Tuttavia, la maggior parte degli adesivi non solo può essere persuasa a cedere con l’acqua, ma contiene anche resine sintetiche o gomma sintetica, solitamente miscelate con solventi.

Questo vale anche per qualsiasi Uhu o Pattex normale, con “flacone rapido di colla UHU per tutti gli usi”. Ad esempio, nella scheda di sicurezza è indicato come “caratterizzazione chimica” che contiene etanolo, acetone e acetato di etile. Sostanze in parte altamente infiammabili, la scheda di dati di sicurezza contiene numerose istruzioni per la manipolazione di queste sostanze.

Molti dei solventi sono combustibili e altamente infiammabili, alcuni sono irritanti per la pelle o gli occhi e/o sono dannosi se inalati. Prima di iniziare i lavori di pulizia, evitare fiamme libere, dispositivi che producono scintille, riscaldatori elettrici aperti, ecc. spegnere o posizionare lontano per prevenire incendi, esplosioni e deflagrazioni. Dovresti mettere le sigarette lontano ed evitare di inalare i solventi. Non solo per motivi di salute, ma i solventi hanno un effetto narcotico acuto se inalate troppi vapori. Quando si lavora nell’appartamento, è essenziale una buona ventilazione, finestre spalancate, è meglio eseguire tali lavori di pulizia completamente all’aperto. I solventi hanno anche un effetto sciogligrasso, qualsiasi contatto con la pelle sgrassa la pelle e quindi la priva della sua protezione naturale, dovresti evitarlo se possibile e applicare la lozione sulle mani subito dopo la pulizia.

Per quanto riguarda i supporti sui quali rimuovere i residui, lo stesso vale sempre per tutti gli adesivi a base solvente:

Il solvente miscelato nell’adesivo è solitamente anche il solvente appropriato per rimuovere i residui di adesivo. Sul prodotto troverai almeno informazioni sul fatto che contenga solventi. Di solito puoi scoprire se l’adesivo può essere “lavato via” dalle informazioni sul prodotto.

Power colla con acetone

A volte c’è anche scritto direttamente sulla confezione quale solvente è stato utilizzato. A volte è necessario controllare il sito Web del produttore. Una volta che sai quale solvente ti serve, non devi iniziare subito a rimuovere i residui di adesivo. Piuttosto, ora dovresti prendere il panno di cotone o cellulosa che ti serve comunque per rimuovere l’adesivo e cercare un punto invisibile sul supporto (il suo retro).

Suggerimento: non utilizzare panni in fibra sintetica o panni contenenti fibre sintetiche poiché potrebbero non essere in grado di resistere al solvente.

Ora gocciola lì una goccia di solvente, se diventa troppo puliscila immediatamente con il panno da lavoro. A seconda del materiale, rimane semplicemente sulla superficie per un po’, quindi hai solo una piccola macchia che è stata allentata. Oppure viene strofinato delicatamente, osservato e, in caso di dubbio, asciugato con carta da cucina.

Suggerimento: l’acqua e un panno da lavoro per pulire dovrebbero essere a portata di mano.

Se sai che il materiale resiste a un solvente, sei a posto. Se il residuo di colla è piuttosto vecchio e ben asciugato, puoi appoggiare il panno imbevuto di solvente sul residuo di colla. E ricopri questo “pacchetto” con un piatto o con carta da cucina e carta stagnola. Il solvente è ora lasciato agire un po’.

In caso di strati spessi di residui di adesivo, l’adesivo allentato viene prima raschiato con il dorso di un coltello. Se necessario, ripetere più volte questo processo fino a rimuovere residui e ombre con il panno imbevuto di solvente.

Se il residuo di adesivo è sugli indumenti, il trattamento appena descritto va effettuato prima di lavare o lavare a secco il capo.

Se il materiale non è in grado di resistere al solvente, non svuotare in nessun caso l’intero armadio per le pulizie o l’armadio dell’officina e provare le risorse disponibili. Inoltre, evita di testare i presunti “consigli sui rimedi casalinghi della nonna” da Internet se ti consiglia di utilizzare sostanze sconosciute e possibilmente chimicamente reattive.

Ci sono un certo numero di portali Internet che vogliono arricchirsi con consigli su qualsiasi argomento, pagando autori qualificati e il controllo editoriale si mette in mezzo. Vai al sito Web del produttore, se non riesci a trovare quello che stai cercando con il tuo problema specifico, chiamalo. Più l’azienda è lontana dalla mega-corporazione internazionale, maggiori sono le possibilità che un dipendente di lunga data venga portato all’altro capo della linea che ha già sperimentato tutto, davvero tutto, con l’incollaggio e lo scollaggio.

Rimuovere i normali residui di adesivo

Se si desidera rimuovere dal tubo solo la normale colla per la casa e l’ufficio, è possibile eliminarla il più rapidamente possibile con i normali solventi (in caso di dubbio, eseguire una prova preliminare come appena descritto). Anche la procedura di base rimane la stessa:

  • L’alcol (alcool, se necessario vodka dal bar di casa) funziona, ma solo finché la colla non è completamente asciutta
  • acetone
  • diluente nitro
  • L’acetato di etile (= acetato di etile) è spesso consigliato come solvente per adesivi. Questo composto chimico non è più commercializzabile perché non viene utilizzato solo per sciogliere la colla, ma anche per “annusare”. Pertanto, può essere venduto in farmacia solo su presentazione di un certificato di tessuto corrispondente. Tuttavia, poiché è un solvente così buono, l’acetato di etile si trova in molti solventi per unghie.
  • Il carburante più leggero (benzina leggera, benzina detergente, benzina detergente) scioglie grasso e colla
  • Per motivi ambientali e sanitari, utilizzare un sostituto della trementina, principalmente acquaragia, cioè acquaragia il più possibile priva di aroma e “inodore”

Per la rimozione in situazioni particolarmente delicate o su superfici particolarmente delicate, vedere l’articolo “Rimozione della supercolla da indumenti e pelle”. La supercolla è il rappresentante più risoluto di questa famiglia di adesivi, abbigliamento e pelle sono i substrati più sensibili – quello che puoi togliere qui senza danneggiarlo, puoi togliere tutti i substrati (che non reagiscono chimicamente con il solvente, il test preliminare è sempre obbligatorio).

Adesivi vari

Tuttavia, ci sono molti più adesivi nella nostra vita di tutti i giorni, anche se di solito non prestiamo molta attenzione a questo fatto. Incredibilmente molte cose nella vita di tutti i giorni sono tenute insieme con la colla perché sarebbe molto più costoso collegare le singole parti in modo diverso, e altre connessioni spesso reggerebbero anche peggio. L’uso dell’adesivo è comune, ad es. B. nei seguenti rami di produzione/aree di vita:

  • industria della carta e degli imballaggi
  • fabbricazione di mobili
  • Ingegneria automobilistica
  • settore edile e arredamento nei mestieri
  • rilegatura
  • Riparazione dei cavi
  • Elettronico
  • Fallo da solo
  • scuola
  • ufficio
  • domestico

Ovunque un giunto adesivo “vola via”, i resti del vecchio adesivo devono essere rimossi prima di riadesivo in modo che il nuovo giunto regga (a meno che tu non sappia esattamente quale adesivo è stato utilizzato e apprendi dal produttore che “nuovo” si riferisce al I resti di “vecchio” possono essere incollati; caso estremamente raro).

Pertanto, i seguenti sono suggerimenti per rimuovere alcuni residui di adesivo tipici della casa ma molto speciali:

Nastro biadesivo

1. Rimuovere i resti di nastro biadesivo

Se due superfici sono state collegate con nastro biadesivo e devono essere separate di nuovo, a volte questo deve essere fatto con molta attenzione perché una superficie è così sensibile che potrebbe soffrire ad es. B. usando uno scalpello. Ad esempio, uno specchio attaccato alla parete del bagno con del nastro adesivo. Se si desidera rimuoverlo di nuovo e lo specchio deve rimanere integro, è accuratamente separato dal muro con filo sottile o filo interdentale. Quando il filo o il filo si fa strada attraverso lo strato adesivo, lo fa a diverse altezze e i residui di nastro adesivo di solito si impigliano su entrambe le superfici:

Dovresti prima riscaldare questi residui con un asciugacapelli, a volte puoi semplicemente strofinarli via. Se non funziona e sai quale nastro è stato utilizzato, potrebbe essere disponibile uno speciale dispositivo di rimozione dell’adesivo presso il negozio di ferramenta. In caso contrario, è il tuo turno di usare la benzina, puoi anche provare la rimozione del silicone, l’alcool e il lucido per vernici per auto (non dimenticare di controllare la superficie in anticipo).

Colla per bordi

2. Rimuovere i resti di bordatura prima della sostituzione

I bordi vecchi e danneggiati vengono accuratamente riscaldati con un ferro da stiro fino a quando non possono essere rimossi. Un giocherellare di grado per grado dal livello di calore più basso al calore in cui il bordo si stacca ma la plastica non si scioglie ancora, ci sono sempre dei residui sul bordo, che devono andare se il nuovo bordo non lo fa t ripple immediatamente dovrebbe colpire.

Se devi comunque carteggiare perché il vecchio bordo si è allentato a causa dell’irregolarità, puoi scheggiare delicatamente il resto con lo scalpello. Se il bordo è liscio, di solito è sufficiente una spazzola metallica molto fine con spirito, che rende anche la superficie priva di grasso e polvere. Una volta asciutto, è possibile stirare il nuovo bordo.

pellicole adesive

3. Tatuaggi da parete, dc-fix e altre pellicole adesive

Le pellicole adesive per la progettazione della superficie vengono solitamente rimosse staccandole dopo il riscaldamento. I residui di adesivo sono generalmente piccoli e scompaiono quando li lavi via con una spugna. In caso di dubbio, chiedere al produttore prima di rimuovere i residui di adesivo più grandi con qualsiasi solvente.

colla per piastrelle

4. Rimuovere rapidamente i residui di adesivo per piastrelle

Qui e con la seguente schiuma da costruzione, può essere presa alla lettera, perché i residui di adesivo di entrambi possono essere facilmente rimossi freschi, in seguito solo con difficoltà:

  • l’adesivo per piastrelle fresche può essere lavato via con acqua e una spugna
  • controllare la confezione in anticipo per determinare quando l’adesivo si indurisce, l’adesivo per piastrelle impiega fino a 15 ore per indurire.
  • I residui di adesivo per piastrelle indurito (adesivo in dispersione) possono essere rimossi con uno sverniciatore per vernici a emulsione (indossare guanti, gli sverniciatori non sono delicati sulla pelle)
  • la rimozione meccanica funziona abbastanza bene su superfici dure come massetto, mattoni o cemento: martello da muratore, scalpello, pialla, spatola (spatola a bruciatura stabile)
  • Utilizzare un trapano a percussione con uno scalpello per aree più grandi
  • Prima di tutto lavorare accuratamente con la levigatrice i residui di adesivo per piastrelle su superfici morbide
  • poi con la mola flex e diamantata, enorme formazione di polvere (maschera respiratoria)
  • poi con una smerigliatrice per cemento con coppa diamantata, sviluppo di polvere come questo, meglio noleggiare un dispositivo con un aspirapolvere industriale collegabile da un negozio di ferramenta
  • su supporti morbidi, regolare accuratamente la velocità in modo che il supporto non venga carteggiato via contemporaneamente

colla di schiuma

5. Schiuma da costruzione e altri adesivi in ​​schiuma per calafataggio, riempimento, ecc.

Soprattutto, lo sporco dalla schiuma da costruzione o dalla schiuma di assemblaggio deve essere rimosso rapidamente, una volta indurito correttamente sono estremamente “resilienti”, cioè difficili da rimuovere (e attirano lo sporco e ingialliscono alla luce del sole).

La schiuma da costruzione è principalmente schiuma di poliuretano e questa è composta da poliolo. Il poliolo è un composto organico a base di petrolio greggio che si trasforma in poliuretano a contatto con isocianato; Acceleratori, ritardanti di fiamma, propellenti e stabilizzanti sono anche nel mix che aderisce, modella e sigilla così bene ed è solido come una roccia. Roba da diavolo, la schiuma di montaggio indurita è resistente a tutti gli agenti normalmente adatti per rimuovere i segni del lavoro: né l’acqua né l’olio, la benzina, le soluzioni alcaline o i soliti solventi possono danneggiare la schiuma da costruzione indurita.

La schiuma da costruzione fresca viene rimossa il più completamente possibile con carta da cucina e quindi lavata con acqua.

La vecchia schiuma di montaggio è più inaccessibile:

  • dopo un attento controllo preliminare del supporto, si può provare l’ammollo
  • in acetone, diluente nitro o solventi speciali del produttore
  • prestare particolare attenzione alla ventilazione e alla protezione contro l’inalazione

Se non funziona, è il momento di rimuoverlo meccanicamente, utilizzando i seguenti metodi, a seconda del supporto:

  • Qualsiasi eccesso può essere accuratamente tagliato con un taglierino o un coltello affilato
  • La schiuma da costruzione su superfici dure può essere rimossa con un raschietto per piano cottura in ceramica o una spazzola metallica fine
  • Rimuovere la schiuma da costruzione su superfici morbide con lana d’acciaio fine

Rimuovere la carta da parati e i residui di adesivo che lascia può essere divertente quanto rimuovere la schiuma da costruzione, soprattutto se la carta da parati è stata sulla parete per anni.